1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency

Menu di sezione

Gallery
Fotogallery del Centro chirurgico di Emergency a Kabul.
 
 
I numeri del   
Centro di Kabul   

(aggiornati al 31/12/2013)

Pazienti trattati in ambulatorio: 88.006
Pazienti ricoverati: 30.098
Interventi chirurgici: 38.799

 
 
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Emergency ha aperto il Centro chirurgico di Kabul nell'aprile 2001.
 

Un ex asilo bombardato, nel centro della città, è diventato il nucleo dell'ospedale aperto da Emergency per offrire assistenza chirurgica gratuita e di elevata qualità alle vittime di guerra.

 

Nel 2002, d'intesa con il ministero della Sanità locale, l'attività dell'ospedale è stata estesa alle emergenze chirurgiche e traumatologiche. Nell'agosto del 2003 è stato aperto un Reparto di rianimazione e terapia intensiva dotato di 6 posti letto, con monitor, infusori e ventilatori.

 

Nell'agosto 2005 è stato installato un apparecchio per tomografie computerizzate, tuttora l'unico disponibile gratuitamente in Afghanistan.
L'ospedale è oggi il più importante centro di chirurgia di guerra del Paese.

 

L'ospedale di Kabul è il centro di riferimento per i pazienti visitati presso i Centri sanitari e i Posti di primo soccorso di Emergency di Gardez, Ghazni, Chark-Logar, Maydan Shahr, Mirbachakot, Pul I Alam, Said Khil, Sayad, le cliniche di Emergency all'interno degli orfanotrofi maschile e femminile, del riformatorio Juvenile Rehabilitation Center di Kabul e nelle principali prigioni della città.

 
La copertina del numero del New York Times Mag dedicata a EMERGENCY

Il Centro chirurgico di Emergency a Kabul sul New York Times Magazine

"C'è un ospedale a Kabul che cura tutti, da qualsiasi parte stiano, senza fare domande [...]". È l'ospedale di Emergency, a cui il New York Times Magazine del 20 maggio 2012 ha dedicato la copertina e un lungo reportage che è possibile leggere sul sito del NYT.