Centro di maternità di Anabah

Afghanistan - Anabah, valle del Panshir

600

Bambini nati al mese

239.031

Donne e bambini curati

2003

Inizio attività

Sembrava una pazzia, e invece…

«Un Centro di maternità in Afghanistan? Voi siete pazzi». Ce lo siamo sentiti dire tante volte quando, nel 2003, abbiamo avviato il Centro di maternità di Anabah, nella Valle del Panshir, nel nord dell’Afghanistan. Eppure la necessità di una struttura simile era ed è tuttora evidente: in Afghanistan la mortalità materna è 99 volte più alta di quella registrata in Italia, il tasso di mortalità infantile 47 volte più alto.

Poteva sembrare «una pazzia» ad alcuni ma in questi anni di attività il Centro di maternità ha dimostrato di essere una struttura necessaria e fondamentale per la salute materno-infantile dell’area: lo testimoniano le oltre 226.000 donne visitate e gli oltre 38.000 bambini nati lì, lo testimoniano i ringraziamenti delle pazienti e le tante donne che arrivano anche da molto lontano.

Una struttura unica nella regione

Il Centro di maternità di Anabah è infatti l’unica struttura specializzata e completamente gratuita in un’area molto vasta, abitata da almeno 250.000 persone. Presso il Centro, EMERGENCY offre assistenza ginecologica, ostetrica e neonatale e un servizio di assistenza prenatale che permette di monitorare le gravidanze e curare tempestivamente eventuali patologie.

Assistenza diffusa nella Valle

Per aumentare il raggio d’azione del nostro intervento, un’ostetrica internazionale e una afgana effettuano visite di controllo delle donne in gravidanza e il follow-up delle puerpere e dei neonati direttamente presso i Posti di primo soccorso e i Centri sanitari che EMERGENCY gestisce nella valle del Panshir.

Formazione per le donne

L’importanza del Centro non si limita alla prevenzione e all’assistenza sanitaria: la nostra maternità ad Anabah è anche un polo formativo per il personale afgano – qui composto da sole donne, più di 40 – che lavorando ogni giorno a contatto con il personale internazionale riceve una formazione pratica e teorica. Perché in fondo il nostro obiettivo è fare in modo, un giorno, di non essere più necessari.

L’ampliamento del Centro

L’8 dicembre 2016 abbiamo inaugurato il nuovo Centro di maternità.

Con circa 500 parti al mese, il Centro stava diventando troppo piccolo per far fronte alle necessità della popolazione. Per questo, a settembre 2015, avevamo avviato i lavori del nuovo blocco che ospita quattro sale parto, due sale operatorie, una terapia intensiva e una sub-intensiva neonatali, una terapia intensiva per le donne che hanno avuto complicazioni durante il parto, un ambulatorio, un reparto di ginecologia, un’area per i follow-up e una per il travaglio.

D’accordo con la famiglia, il nuovo Centro di maternità è dedicato a Valeria Solesin, uccisa nell’attentato al Bataclan di Parigi il 13 novembre 2015.

Per approfondire

Scheda progetto: Il Centro di maternità di EMERGENCY ad Anabah, Afghanistan

VIDEO:
La Valle delle donne

In una zona con uno dei tassi di mortalità più alti al mondo, le ginecologhe e le ostetriche di EMERGENCY ogni giorno monitorano la gravidanza di 150 donne e aiutano a nascere oltre 15 bambini.

Porta cure laddove non ci sono

Con una donazione ci aiuterai a offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di qualità a chi ne ha bisogno. In Afghanistan e nel mondo.

Share This