Sudan

Cure gratuite ai bambini fino ai 14 anni e un Centro di cardiochirurgia dove curiamo gratuitamente pazienti da tutta l'Africa.

776.705

Persone curate

2004

Avvio del programma

Gli aggiornamenti dal Sudan: cosa sta succedendo a Khartoum e nel Paese

La mattina del 15 aprile 2023 a Khartoum è iniziata la guerra.

Partiti dalla capitale, gli scontri armati tra l’esercito governativo sudanese e le milizie paramilitari Rapid Support Forces (RSF), i combattimenti casa per casa e gli attacchi aerei si sono intensificati fino a raggiungere altre zone, come le province del Darfur e del Kordofan.

Fin da subito abbiamo deciso di restare nel Paese, rimodulando le nostre attività per continuare a garantire cure pediatriche e cardiochirurgiche adeguate. Un impegno che ci ha portato ad aprire nuove strutture e intensificare le attività per assicurare assistenza sanitaria continuativa ai nostri pazienti, perlopiù sfollati internamente al Paese.

Per farlo, abbiamo affrontato numerosi ostacoli, conseguenze dirette e indirette della guerra: l’insufficienza di sangue e derivati, la scarsità di farmaci e di carburante, l’impossibilità di assicurare il necessario ricambio dello staff a causa delle difficoltà ad ottenere i visti, la fuga dal Paese da parte di diversi membri dello staff in cerca di un luogo sicuro, il saccheggio del nostro Centro pediatrico a Nyala

Se vuoi, puoi aiutarci in questo momento con una donazione online: la useremo per garantire il diritto alla cura anche per i nostri pazienti in Sudan. DONA ORA usando questo link.

A causa dei combattimenti nell’area, inoltre, siamo stati costretti a chiudere a tempo indeterminato il Centro pediatrico di Mayo, nella periferia di Khartoum. Da marzo 2024, con l’apertura del nuovo Ambulatorio pediatrico nel complesso del Salam, siamo riusciti a riprendere le attività pediatriche anche nella capitale.

Tra agosto e novembre 2023, inoltre, il complesso del Salam ha ospitato anche un Centro di chirurgia d’urgenza e traumatologia, dove abbiamo curato circa 580 persone dando priorità a donne e bambini, le categorie più fragili e più esposte ai danni diretti del conflitto.

Inoltre, ai numerosi pazienti operati al cuore i  controlli periodici e le terapie necessarie per tutta la vita dopo l’intervento, abbiamo avviato una rete di Ambulatori nel Paese, delle “cliniche satellite” del Centro Salam accessibili anche a chi, a causa della guerra, non può raggiungere la capitale.

Le attività di EMERGENCY in Sudan

In Sudan offriamo cure gratuite ai bambini fino ai 14 anni nell’Ambulatorio pediatrico a Khartoum e nei Centri pediatrici di Mayo (al momento chiuso per motivi di sicurezza), Port Sudan e Nyala, dove svolgiamo anche attività di prevenzione e di educazione igienico-sanitaria.

Una rete di ambulatori cardiologici nel Paese ci permette di garantire visite, controlli e terapie post-operatorie per i pazienti operati al cuore al Centro Salam e che a causa della guerra non sono più in grado di raggiungere Khartoum.

E in Sudan abbiamo aperto anche il Centro Salam, un ospedale cardiochirurgico dove abbiamo finora operato persone provenienti da diversi Paesi. Gratis, come sempre.

Sostieni la nostra idea di cura: gratuita, di qualità, per tutti

Il tuo contributo, insieme con quello di migliaia di persone, ci permette di curare ogni giorno chi ne ha bisogno. In Sudan e nel mondo.