1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency

Menu di sezione

Mappa
Mappa del Sudan
 
I numeri del   
Centro Salam   

(dati aggiornati al 30/06/2016)

Visite ambulatoriali: 62.909
Visite cardiologiche: 55.708
Pazienti ammessi: 7.466
Interventi chirurgici: 6.512
Procedure di cardiologia interventistica: 1.306
 
Pazienti stranieri: 1.061 (da 25 Paesi)

 
 
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

  1. 27/10/16 - Anche noi abbiamo vinto un oro
     
  2. 19/10/16 - Dichiarazione comune delle ONG prima del Consiglio Europeo del 20-21 ottobre 2016
     
  3. 01/09/16 - "Una grande cicatrice sul petto e un sorriso ancora più grande sul volto"
     
  4. 20/06/16 - Provate a immaginare di dover fuggire
     
  5. 25/05/16 - Canali di accesso legali e sicuri subito
     
  6. 23/05/16 - "Una nuova famiglia su cui poter contare"
     
  7. 21/03/16 - Emergency sull'accordo migranti
     
  8. 08/03/16 - Emergency sulla situazione in Libia
     
  9. 04/03/16 - Secondo voi tutto questo non è guerra?
     
  10. 16/02/16 - Chi è ricoverato in ospedale ha bisogno di cure, non di bombe
     
  11. 30/12/15 - L'anno nuovo, come sarà?
     
  12. 28/12/15 - Port Sudan, quattro anni di Centro pediatrico
     
  13. 10/12/15 - «Qui sono davvero utile»
     
  14. 01/12/15 - GINO STRADA: ABOLIRE LA GUERRA UNICA SPERANZA PER L'UMANITÀ
     
  15. 13/03/15 - Dal Centro pediatrico di Port Sudan: Raheel
     
  16. 10/03/15 - «Emergency ci ha dato i mezzi, ora voglio fare la mia parte e mettere in pratica tutto ciò che ho imparato»
     
  17. 06/03/15 - Come festeggeremo l'otto marzo
     
  18. 27/02/15 - "Volontari sentinella" a Mayo
     
  19. 11/02/15 - Unione Europea e Emergency: al lavoro nel campo di Mayo, in Sudan
     
  20. 25/07/14 - Yousefina
     
  21. 23/06/14 -  "Omer ha cinque anni ma pesa come un bambino di due"...
     
  22. 17/06/14 - Il nuovo progetto: outreach a Port Sudan
     
  23. 27/05/14 - Masooma, Satara e Naweed: da Kabul a Khartoum
     
  24. 13/12/13 - I «volontari sentinelle»
     
  25. 03/10/12 - Una visita particolare a Port Sudan
     
  26. 12/07/12 - Vaccinazioni al Centro pediatrico
     
  27. 18/04/12 - Da Sunia a Shanna, i primi 5 anni del Centro Salam
     
  28. 23/02/12 - Dal Centro pediatrico di Port Sudan: Nada
     
  29. 23/01/12 - Primi ricoveri al Centro pediatrico di Port Sudan
     
  30. 08/11/11 - Un mattino al Centro pediatrico di Mayo
     
  31. 08/11/11 - Medicina preventiva nel campo di Mayo
     
  32. 29/07/11 - Missione di screening in Sierra Leone
     
  33. 25/06/11 - Missione di screening in Uganda
     
  34. 29/04/11 - Missione di screening in Afghanistan
     
  35. 20/09/10 - Da Kiremba a Khartoum
     
A Soba, villaggio a 20 chilometri da Khartoum, Emergency ha costruito il Centro Salam di cardiochirurgia, l'unica struttura specializzata e gratuita in Africa.
 

Il Centro Salam offre cure a pazienti affetti da patologie cardiache - in particolare malformazioni congenite e patologie valvolari originate da febbre reumatica - che non avrebbero altra possibilità di essere operati gratuitamente da un'équipe altamente specializzata.

Operativo da aprile 2007, è gestito integralmente da Emergency, sia dal punto di vista clinico sia dal punto di vista amministrativo. Il personale internazionale segue la formazione dello staff medico locale affinché vengano garantiti alti standard di cura e venga incrementata la professionalità dello staff sudanese e dei paesi confinanti.

 

Un Centro regionale

 

Il Centro di cardiochirurgia è collegato a una rete di Centri pediatrici dislocati in alcuni dei paesi confinanti, dove lo staff di Emergency provvede anche allo screening cardiochirurgico dei pazienti da operare a Khartoum e al loro successivo trattamento post operatorio. Finora sono stati operati pazienti provenienti da 25 paesi diversi:  Sudan, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Eritrea, Etiopia, Kenya, Ruanda, Sierra Leone, Tanzania, Uganda, Zambia, Nigeria, Iraq, Ciad, Giordania, Somalia, Burundi, Gibuti, Zimbabwe, Senegal, Burkina Faso, Afghanistan, Sud Sudan, Liberia, Italia (cittadini italiani temporaneamente residenti in Sudan).
Uno degli obiettivi del progetto è favorire i rapporti dei paesi coinvolti attraverso la reciproca collaborazione in campo sanitario in una regione segnata da decenni di conflitti. Anche per questa ragione, il Centro di cardiochirurgia si chiama Salam, "pace".

 

Per saperne di più sul Centro Salam, visita www.salamcentre.emergency.it

 

Open Heart

 
OPEN HEART guarda il trailer, acquista il film online

Otto bambini ruandesi che lasciano le loro famiglie per andare a sottoporsi a un delicato intervento al cuore al Centro Salam: è Open Heart, il film diretto da Kief Davidson e candidato al premio Oscar 2013 nella categoria "Documentary Short".
Guarda il trailer e acquista online il film.

 
 

Vincitore dell'Aga Khan Award for Architecture

 

Il Centro Salam è tra i vincitori dell'edizione 2013 del premio di architettura Aga Khan Award for Architecture, destinato a edifici innovativi, che coniugano eccellenza architettonica e impatto positivo sulla qualità della vita delle comunità circostanti.
 
«Scandalosamente bello» era stato il mandato, molto sintetico, consegnato agli architetti: volevamo che quell'ospedale fosse soprattutto un luogo "ospitale", dove la bellezza, il rispetto e l'affermazione della dignità della persona fossero una parte integrante della cura.

In questi anni il Centro Salam è stato un luogo "ospitale" per oltre 46 mila persone, con quasi 5.000 interventi a cuore aperto e 1.200 in emodinamica: è questo il nostro vero premio.