1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Per assicurare in modo tempestivo cure mediche a chi ne ha bisogno, Emergency ha allestito cinque ambulatori mobili: due Polibus, due unitÓ di strada e un Politruck. Gli ambulatori mobili prestano servizio per periodi definiti in aree a forte presenza di migranti, come le aree agricole, i campi nomadi o i campi profughi.
 
Le prestazioni erogate presso gli ambulatori mobili sono gratuite. Da aprile 2011, Emergency ha effettuato oltre 49.000 visite sugli ambulatori mobili (dato al 31 dicembre 2015).
 

L'intervento a Milano

 

Ad agosto 2015 il Politruck ha iniziato le attivitÓ a Milano, dove offre assistenza sanitaria di base e servizi di orientamento socio-sanitario alle persone in stato di bisogno nelle zone Lorenteggio/Giambellino, piazza Prealpi, via Vitruvio/Stazione Centrale e San Siro.

L'ambulatorio mobile lavora in collaborazione con il Comune di Milano e con la ASL cittadina.

 
"Articolo 3", il "Politruck", Ŕ un camion allestito appositamente da noi ad ambulatorio mobile. ╚ dotato di due ambulatori, due sale per la mediazione e un'area di attesa per i pazienti.
"Articolo 3", il "Politruck", Ŕ un camion allestito appositamente da noi ad ambulatorio mobile. ╚ dotato di due ambulatori, due sale per la mediazione e un'area di attesa per i pazienti.
 

L'intervento in Sicilia

 

Da fine luglio 2013, i medici e i mediatori di Emergency sono al lavoro in Sicilia per garantire assistenza socio sanitaria ai migranti che sbarcano sulle coste.
I nostri medici sono presenti con due Polibus all'interno della Regione Sicilia a supporto dell'UnitÓ Sbarchi.

Siamo inoltre presenti per garantire l'assistenza medica di base nell'ex scuola Umberto I di Siracusa, nel centro per minori non accompagnati di Priolo, in provincia di Siracusa, e presso la struttura di accoglienza "Villa Sikania" a Siculiana, in provincia di Agrigento.

Nel team lavorano i mediatori, per facilitare l'accesso dei migranti ai servizi socio sanitari, grazie a un servizio di orientamento e di accompagnamento per l'accesso al Sistema Sanitario Nazionale.

 

L'intervento nell'area di Castel Volturno (Campania)

 
 

L'intervento A Bologna