1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Dal 2004 Emergency ha curato in Sudan oltre 357.000 persone (dati al 30 giugno 2014) nel Centro Salam di cardiochirurgia e nei suoi Centri pediatrici.
 

In Sudan l'aspettativa di vita è di 55 anni, la mortalità infantile sotto i cinque anni si attesta intorno al 107 per mille, il 50% della popolazione non ha accesso ai farmaci essenziali ed esistono 16 medici ogni 100.000 abitanti. Il Rapporto del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) classifica il paese al 171esimo posto su 186 nella graduatoria dell'Indice di sviluppo umano.

 

L'intervento di Emergency in Sudan inizia nel 2004, con un intervento nel Nord Darfur a sostegno degli ospedali di Mellit e al Fashir.

 

Nel 2005 Emergency ha aperto un Centro pediatrico per offrire assistenza gratuita ai bambini del campo profughi di Mayo, nei sobborghi della capitale.

 

Dall'aprile 2007 a Soba, a 20 chilometri da Khartoum, è operativo un Centro regionale di cardiochirurgia che offre assistenza altamente specializzata e gratuita ai pazienti provenienti dal Sudan e dai paesi confinanti. Il Centro, chiamato Salam (pace), è collegato a una rete di cliniche situate in diversi paesi della regione dove - oltre all'assistenza pediatrica - viene effettuato lo screening e il follow up dei pazienti cardiopatici da trasferire al Centro Salam.

 

Nel luglio 2010 sono iniziate le attività del Centro pediatrico di Nyala, che offriva cure ai bambini fino a 14 anni e svolgeva attività di educazione igienico-sanitaria rivolte alle famiglie. Il Centro è stato chiuso nel 2011 in seguito a gravi problemi di sicurezza.

 

Il 26 dicembre 2011 il Centro pediatrico di Port Sudan, nello stato del Mar Rosso, ha iniziato ad accogliere i pazienti.

 

Per saperne di più sul Centro Salam, visita www.salamcentre.emergency.it.