1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Sostienici

Questo progetto
è co-finanziato da DFID

UK Aid
 
 

Il laboratorio del Centro per la cura dei malati di Ebola a Goderich è co-finanziato dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo

Cooperazione Italiana allo Sviluppo
 
 
Per dare un'assistenza sempre migliore ai malati, abbiamo lavorato con DFID, la cooperazione inglese, per aprire un nuovo ospedale da 100 posti letto a Goderich.

A maggio 2015, il Centro ha cessato le attività.
 

LA STRUTTURA

 

Il Centro per la cura dei malati di Ebola a Goderich, aperto a dicembre 2014, è una struttura dall'elevato standard di assistenza. È dotato di 100 posti letto, un laboratorio interno, una terapia intensiva e un'apposita area per l'isolamento dei casi sospetti, per i pazienti in attesa dell'esito della PCR, l'esame che da un campione di sangue permette di sapere se il paziente è positivo o negativo al virus Ebola.

 
Il Centro di EMERGENCY per la cura dei malati a Goderich
Il Centro di EMERGENCY per la cura dei malati a Goderich
 

Per offrire a ogni paziente il trattamento migliore, il Centro è stato organizzato in modo da affrontare diversi livelli di gravità della malattia: una terapia intensiva da 24 posti letto è dedicata ai pazienti più gravi, un reparto da 48 posti letto ai malati meno severi e 28 posti letto sono riservati ai convalescenti.

 

All'interno del Centro, inoltre, c'è un laboratorio per l'esame della PCR, la reazione a catena della polimerasi, che da un campione di sangue permette di sapere se il paziente è positivo o negativo al virus Ebola. Il laboratorio permetterà di ridurre lo scarto di tempo tra il test e la diagnosi, permettendo di curare il paziente più tempestivamente.

 

LO STAFF

 

Nel Centro lavorano oltre 500 persone, tra staff medico e non medico, locali e internazionali.
Tutto lo staff ha seguito una formazione specifica sui protocolli di protezione, l'uso dei dispositivi di protezione individuali e sul corretto movimento nei percorsi obbligati interni al Centro per evitare la diffusione del virus e la contaminazione.