Centro pediatrico di Goderich

Sierra Leone - Goderich

369.120

Visite in ambulatorio

21.412

Bambini ricoverati

100

Bambini visitati ogni giorno

100 bambini curati ogni giorno per 18 anni. Il nostro impegno per la popolazione della Sierra Leone.

Le conseguenze disastrose di un’aspra guerra civile agli inizi degli anni Duemila e un’epidemia di Ebola tra le più aggressive che le organizzazioni mondiali ricordino hanno messo in ginocchio un sistema sanitario già compromesso e fragile. Le ripercussioni sul versante economico, sociale e sanitario continuano a aggravare le condizioni di vita della popolazione della Sierra Leone che oggi – secondo i recenti dati OMS (Organizzazione mondiale della sanità) – registra livelli di mortalità infantile tra i più alti al mondo.

Il nostro intervento nel Paese

Abbiamo iniziato a lavorare nel Paese nel 2001, aprendo un Centro chirurgico nato per le vittime di guerra e successivamente ampliato alla cura dei pazienti ortopedici e di tutte le emergenze chirurgiche.

L’apertura del Centro pediatrico nel 2002

Già pochi mesi dopo l’inaugurazione del Centro chirurgico, nello stesso complesso ospedaliero, si è affiancato un Centro pediatrico: non potevamo ignorare l’enorme bisogno di cure per i bambini al di sotto dei 14 anni. Malaria, infezioni alle vie respiratorie, infezioni gastrointestinali sono le patologie più ricorrenti, spesso associate o causate dalla malnutrizione. Proprio la malaria è tra le principali cause di morte, tra i più piccoli.

Nella corsia di degenza pediatrica sono stati ricoverati i casi più gravi, in media oltre 120 al mese. Lo staff del Centro si è occupato anche di tenere lezioni di educazione sanitaria, per promuovere le buone prassi di salute e la prevenzione delle malattie più diffuse.
Ai parenti e agli accompagnatori dei pazienti che arrivavano da lontano è stata messa a disposizione una foresteria.

Il programma nutrizionale

Per contrastare malnutrizione e denutrizione, dal 2005 abbiamo avviato un programma specifico basato sul monitoraggio costante del peso dei bambini, sulla distribuzione di cibo alle famiglie e sulla sensibilizzazione in tema alimentare, partendo dalla disponibilità e dal consumo del cibo presente a livello locale.

Il programma di educazione sanitaria

Nel 2015, insieme all’Unione Europea – Delegazione UE in Sierra Leone, abbiamo avviato un programma di educazione sanitaria in 60 scuole primarie del Western Area Rural District, rivolto ai bambini, agli insegnanti e alle comunità di riferimento. Il nostro staff ha organizzato incontri informativi sulle buone pratiche di igiene, sull’importanza delle vaccinazioni, sui rischi della malaria e sulla corretta nutrizione del bambino.

All’interno dello stesso programma abbiamo offerto sostegno scolastico per i bambini lungodegenti che venivano seguiti da due insegnanti con lezioni individuali e di gruppo per tutta la durata del ricovero in ospedale.

2020: il termine delle attività pediatriche nel Paese

In accordo con il ministro della Sanità locale e a seguito della pianificazione d’apertura di ospedali governativi dedicati alla cura delle mamme e dei bambini, il 29 febbraio 2020 sono terminate le attività pediatriche all’interno del nostro ospedale.

In tutti questi anni EMERGENCY ha garantito cure gratuite di qualità a oltre 380.000 pazienti pediatrici.

Continueremo a concentrare i nostri sforzi nel Paese, in cui siamo presenti da quasi venti anni, con l’attività chirurgica e traumatologica.

Proseguirà anche il “Programma soda”, mirato alla cura dei bambini che ingeriscono la soda caustica e le attività di screening cardiologico dei pazienti vengono trasferiti e operati presso il nostro Centro Salam di cardiochirurgia in Sudan, grazie al Programma Regionale di cardiochirurgia attivo in oltre 28 Paesi.

Insieme al ministero della Salute è stato inoltre costituito un focus group per massimizzare l’efficienza dei trasferimenti dei pazienti chirurgici e un’appropriata suddivisione del lavoro tra il Cannaught, il principale ospedale di riferimento per adulti in Sierra Leone, e il nostro Centro chirurgico.

VIDEO:
Restituire speranza ai bambini in Sierra Leone

La guerra civile, finita nel 2002, ha lasciato vuoti enormi e oggi i bisogni della popolazione sono tanti. L'aspettativa di vita alla nascita è di 51 anni e il tasso di mortalità entro i 5 anni d'età è di 120 bambini su 1.000 nati vivi.

Aiutaci a portare cure dove servono

È grazie a persone come te che i nostri medici e infermieri curano chi ne ha bisogno, gratis e senza discriminazioni. In Sierra Leone e nel mondo.

Share This