Nessuno Escluso: distribuzione gratuita di pacchi di alimenti e beni di prima necessità

Italia - Milano, Roma

Distribuzione gratuita di pacchi di alimenti e beni di prima necessità alle persone colpite dalla crisi economica post pandemia.

L’emergenza sanitaria che ha colpito l’Italia negli scorsi mesi comincia a lasciare dietro di sé un’altra emergenza: una nuova povertà, che si è già affacciata nella quotidianità di molti. Famiglie numerose, anziani soli, giovani precari, lavoratori di settori gravemente penalizzati dalla crisi… si sono ritrovati dall’oggi al domani senza mezzi di sostentamento, per sé e per mantenere i propri figli.

Secondo una recente analisi, oltre un milione di persone ha perso la capacità di provvedere agli acquisti di cibo e beni di prima necessità. Siamo di fronte a un’emergenza sociale senza precedenti, che ha reso vulnerabile una nuova categoria di persone, fino a oggi fuori dai radar dell’aiuto tradizionale e istituzionale. Abbiamo quindi deciso di promuovere un intervento al di là dell’ambito sanitario, in modo da aiutare le persone nel far fronte ai propri bisogni in maniera dignitosa, diffondendo un messaggio di solidarietà.

Rossella Miccio, Presidente di EMERGENCY

È per aiutare queste persone che abbiamo avviato “Nessuno escluso. Neanche chi è ora in difficoltà”, un progetto che prevede la distribuzione gratuita di pacchi di alimenti e di beni di prima necessità alle persone che hanno bisogno di un sostegno per superare questo momento e che non hanno accesso ad altri aiuti.

Il progetto è al momento attivo a Milano e a Roma, per una durata di sei mesi, e ha l’obiettivo di raggiungere 4.000 nuclei familiari messi in difficoltà dalle conseguenze sociali ed economiche dell’epidemia di Covid-19.

Il contenuto dei pacchi

Alle persone e alle famiglie che partecipano al programma vengono consegnati tre tipi di pacchi:

  • il Pacco alimentare,
  • il Pacco igiene casa,
  • il Pacco igiene personale.

Inoltre abbiamo previsto pacchi speciali per persone celiache o intolleranti al lattosio, vegetariani, pacchi bimbo (con omogenizzati, latte in polvere per bambini, pannolini, salviette umidificate) e per altri bisogni particolari che dovessimo riscontrare.

A Milano

A Milano il progetto è attivo in via sperimentale da metà maggio; a oggi, sono più di 1.670 i pacchi alimentari già consegnati.

“Durante la Fase uno, EMERGENCY aveva già organizzato in alcune città una rete di consegna di beni di prima necessità a persone in quarantena, malate e agli over 65 e aveva individuato una serie di famiglie per cui l’epidemia non ha rappresentato solo un rischio o un danno alla salute, ma soprattutto un colpo alle proprie capacità di sopravvivenza. Nella sola Milano, grazie alla collaborazione con le Brigate Volontarie per l’Emergenza, 320 volontari hanno consegnato centinaia di pasti pronti alle fasce più vulnerabili della popolazione, oltre 5 mila spese alimentari e 100 mila mascherine del Comune”.
Marco, responsabile del progetto a Milano

Il progetto, svolto in collaborazione con le Brigate Volontarie per l’Emergenza, copre l’intero territorio comunale e l’area extraurbana della Martesana.

A Roma

A Roma, il progetto è attivo da metà giugno in tre Municipi (1, 6 e 7). Prevediamo di raggiungere 150 nuclei familiari nella prima settimana; l’intento è di allargare nelle prossime settimane sia il numero di beneficiari sia l’area coperta dal servizio.

“Partiamo da un piccolo nucleo di famiglie ma l’intento è di allargare la nostra collaborazione su tutta la città e attivare una rete più ampia di volontari con cui lavorare”
Pietro, Responsabile Ufficio Coordinamento Volontari di EMERGENCY

Il progetto è svolto in collaborazione con un gruppo di associazioni di volontariato del territorio.

Informazioni pratiche

Le consegne vengono sempre effettuate dai volontari di EMERGENCY e delle altre realtà con cui collaboriamo, che si muovono in coppia e hanno un badge identificativo di riconoscimento. Tutti hanno ricevuto una specifica formazione per minimizzare il rischio di contagio per loro e per le persone assistite.

Per avere maggiori informazioni sul servizio nella città di Milano, o per segnalare persone che hanno necessità di aiuto, è possibile chiamare il numero dedicato 02 86316890.

A Roma, è possibile segnalare persone che hanno necessità di aiuto rivolgendosi direttamente ai Municipi in cui il servizio è attivo (1, 6, 7).

Per le aziende: partecipa al progetto

Questo progetto è possibile anche grazie alla generosa partecipazione delle aziende che hanno scelto di donare a EMERGENCY i loro prodotti. Se anche la tua azienda non vuole lasciare Nessuno Escluso, puoi contattarci via email a aziende@emergency.it o via telefono al numero 02 881 881.

Sostieni il nostro lavoro

Sappiamo che – nei momenti di crisi soprattutto – è importante non lasciare indietro nessuno. Vogliamo fare tutto il possibile per dare una mano a superare questo momento e, per farlo, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto.

Share This