Covid-19: intervento in Calabria

Italia - Calabria

Intervento presso l’ospedale San Giovanni di Dio a Crotone

A metà febbraio 2021, il nostro intervento presso l’ospedale San Giovanni di Dio a Crotone si è concluso.

L’intervento era iniziato a novembre 2020, quando su sollecitazione del Governo e con il coordinamento della Protezione Civile abbiamo dato la nostra disponibilità per contribuire concretamente alla risposta sanitaria contro l’epidemia di Covid-19 in Calabria.

A Crotone, l’intervento aveva l’obiettivo di aumentare il numero del personale sanitario e di posti letto disponibili in un momento in cui il reparto Covid, già approntato dall’ospedale con 30 posti letto, non risultava sufficiente per rispondere ai bisogni.

Un nostro team composto da medici, infermieri e addetti alla logistica ha lavorato alla realizzazione di un secondo reparto per malati di Covid-19, dotato di 25 posti letto completamente equipaggiati e di 8 posti letto nella struttura tendata esterna pronti in caso di necessità.

Il reparto Covid-2 ha iniziato le attività a dicembre 2020. Durante il nostro intervento, il reparto è stato gestito dal nostro staff in stretta collaborazione con il personale dell’ospedale San Giovanni di Dio.

In seguito a questo intervento, l’ospedale oggi può contare su un totale di 55 + 8 posti letto per far fronte ai casi di Covid-19.

Rimaniamo a disposizione del Commissario Regionale e della Protezione Civile in caso di necessità nel prossimo futuro.

“EMERGENCY ha iniziato a lavorare a Crotone con lo stesso spirito di scambio e cooperazione che da anni ci porta a collaborare con la sanità pubblica in otto regioni italiane con i nostri ambulatori fissi e mobili. Rimarremo in Calabria fino a quando ci sarà bisogno di noi e siamo pronti a dare supporto ulteriore qualora le autorità locali lo ritenessero necessario.”

Rossella Miccio, presidente di EMERGENCY

Voci dal progetto

Medici, infermieri, addetti alla logistica e alla sicurezza… in questi video-ritratti vi presentiamo alcuni dei membri del nostro team a Crotone.

Mimmo, medico

Il dottor Mimmo, per 13 anni Primario di Cardiologia all’Ospedale Civile di Venezia, ci descrive le peculiarità del nostro intervento sia all’interno dell’ospedale San Giovanni di Dio che sul territorio della provincia crotonese.

Eleonora, infermiera

Eleonora è una delle nostre infermiere dal 2015. Come parte del “team Covid” impegnato a Crotone, spiega l’importanza dei dispositivi di protezione individuali indossati dallo staff nei turni in reparto. Segue da vicino i processi di vestizione e svestizione che lo staff segue con particolare attenzione all’ingresso e in uscita dalla “zona rossa” dell’ospedale, per evitare ogni rischio di contagio.

Daniela, cardiologa

Daniela ha completato gli studi di specialità in cardiologia all’Università di Catanzaro. Ripercorre la sua esperienza nella lotta al virus che è partita dall’ospedale da campo di Bergamo, dove ha lavorato durante la prima ondata. Nel suo racconto, pone l’accento sull’importanza della sicurezza verso noi stessi e gli altri in questo particolare momento storico.

Paolo, anestesista

Paolo, anestesista, collabora con EMERGENCY da 20 anni. Ha alternato missioni con noi al suo lavoro in Italia, dove è stato Direttore di un’Unità operativa di anestesia e rianimazione e di un Dipartimento di emergenza-urgenza. Da qualche mese è in pensione ma, come dice lui stesso, “un medico rimane medico per tutta la vita”: per questo ha deciso di continuare a impegnarsi nella lotta al Covid-19.

Matteo, infermiere

Dall’emergenza Ebola in Sierra Leone alle corsie degli ospedali di guerra in Afghanistan: dal 2015, anno in cui ha cominciato a lavorare con EMERGENCY, Matteo, infermiere, ha lavorato in contesti sanitari fragili e crisi sanitarie complesse. Ogni giorno, anche nell’ospedale di Crotone, mette in pratica l’idea di cura in cui crede: curare le persone al di là di ogni distinzione.

Lorenzo, logista

Coordinare tutti gli aspetti logistici dei progetti di EMERGENCY in Italia e nel mondo per Lorenzo significa soprattutto una cosa: permettere allo staff medico di poter fare il proprio lavoro nel migliore dei modi. “Anche quando il mondo è in lockdown ma tu devi continuare a muoverti” – ci spiega. Con la preparazione che ha maturato in Sudan, in Afghanistan e in Italia, pianifica e gestisce la logistica delle nostre missioni e dei nostri interventi, compreso quello a Crotone.

Tino, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

A Crotone, in qualità di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione di EMERGENCY, Tino supervisiona e applica tutti i processi, i flussi, le procedure di prevenzione dal contagio da Covid-19 garantendo il rispetto di protocolli specifici per il contenimento del rischio sanitario che permette a tutti i nostri operatori sanitari di svolgere il loro ruolo in ospedale in sicurezza.

Polistena: tamponi rapidi e cure per i più fragili

In collaborazione con il Comune di Polistena, da fine novembre a metà dicembre 2020 abbiamo messo a disposizione un medico e un infermiere per garantire un servizio di tamponi antigenici rapidi e gratuiti per le fasce più fragili della popolazione residente e per le categorie più esposte al rischio.

A Polistena proseguono anche le attività del nostro Ambulatorio, aperto dal 2013, dove offriamo cure alle fasce vulnerabili della popolazione.

“Nessuno Escluso” a Catanzaro: sostegno alle famiglie cadute in povertà con la pandemia

Dalla fine di dicembre 2020, abbiamo attivato anche a Catanzaro il progetto di distribuzione gratuita e periodica di pacchi contenenti beni di prima necessità (alimenti e prodotti per l’igiene) “Nessuno Escluso. Neanche chi è ora in difficoltà” alle famiglie impoverite dalla crisi economica sorta con la pandemia.

Il progetto, già attivo a Milano, Roma, Napoli e Piacenza, è realizzato con la collaborazione di diverse realtà associative locali.

Sostieni il nostro lavoro

Sappiamo che – nei momenti di crisi soprattutto – è importante non lasciare indietro nessuno. Vogliamo fare tutto il possibile per dare una mano a superare questo momento e, per farlo, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto.

Share This