Formazione per operatori del terzo settore, organizzazioni internazionali, associazioni locali, ospedali, scuole

Italia - Varie località

Durante i mesi di lockdown tra marzo e giugno 2020 dovuti all’emergenza Covid-19, i nostri team hanno offerto consulenze e formazioni a diverse realtà sanitarie e sociali in Italia.

Informare per condividere una forma mentis e rendere più consapevoli gli operatori sanitari e non, che quotidianamente svolgono il proprio lavoro in un periodo così delicato per tutti. Su richiesta di organizzazioni internazionali, associazioni locali, ospedali, scuole e altre realtà ci siamo messi a disposizione per organizzare sopralluoghi e momenti di formazione per fornire consigli ed esempi pratici che potessero facilitare il lavoro degli operatori coinvolti e garantire la loro sicurezza e quella dei loro ospiti.

Tra marzo e giugno 2020 abbiamo:

  • organizzato settimanalmente sessioni di formazione rivolte a tutti i volontari del progetto “Milano Aiuta”: come comportarsi durante le consegne a domicilio, quali dispositivi di protezione utilizzare, come proteggere sé stessi e i beneficiari. Oltre 300 persone hanno partecipato alle formazioni tenute dal nostro personale.
  • contribuito alla stesura del documento “COVID-19 community facilities and treatment center”, su richiesta dell’Emergency Medical Teams Secretariat (Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS) con l’obiettivo di definire delle linee guida per la gestione e l’organizzazione dei Centri di trattamento Covid-19.
  •  fornito supporto a un gruppo di pediatri di Bergamo, in particolare sulla gestione dei flussi dei pazienti e sulla protezione dei medici stessi e dei loro pazienti.
  • tenuto un webinar sull’emergenza Covid-19 rivolto a psicologi ed educatori dell’Associazione “Maestri di Strada” di Napoli e ai docenti delle scuole della VI Municipalità. Il webinar, che ha coinvolto oltre 60 persone, si è focalizzato sull’igiene personale e sulla gestione degli spazi.
  • organizzato un webinar dal titolo “Accoglienza, sicurezza e protezione per ripensare i servizi alla persona”, in collaborazione con Scuola IRS per il sociale e rivolto a oltre 100 Cooperative nell’ambito sociale e socio-sanitario.
  • tenuto un webinar dedicato a oltre 30 operatori di 9 Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS) di Napoli, in accordo con la Prefettura: durante la formazione sono state fornite le principali misure di tipo sanitario e logistico da adottare nelle strutture, per una corretta gestione del rischio di contagio.
  • offerte consulenza e formazione alla Fondazione Istituto Polifunzionale Socio Sanitario Cardinal Gusmini Onlus in Val Seriana (BG), che garantisce servizi sociali per anziani e categorie vulnerabili, con un totale di 230 posti letto. A seguito dei sopralluoghi della struttura, sono state organizzate due attività di formazione per gli operatori: la prima, dedicata all’area residenziale ha coinvolto 17 persone tra referenti d’area e preposti; la seconda, rivolta agli operatori dei servizi domiciliari, ha visto la partecipazione di 20 persone.
  • offerte consulenza e formazione a Hotel House di Porto Recanati (MC) – dove vivono circa 1.300 persone – insieme a Protezione Civile, Azienda Sanitaria Unica Regionale (ASUR Marche) e in supporto alla Cooperativa On The Road, che gestiste la struttura. Dopo un primo sopralluogo abbiamo organizzato diversi momenti di formazione teorici e pratici rivolti agli operatori della Cooperativa e ai mediatori culturali residenti nella struttura.

Ritorno a scuola. L’approccio e il contributo di EMERGENCY per la riapertura della scuola 

Da giugno a settembre 2020 abbiamo collaborato con la Comunità della Salute, un’iniziativa promossa da 4 Comuni del bergamasco – Ciserano, Levate, Osio Sopra e Verdellino – creata per realizzare azioni e strategie condivise per contrastare la pandemia.

EMERGENCY ha collaborato alla riapertura dei centri estivi e delle scuole primarie e secondarie di primo grado. La scuola, in ragione della sua natura collettiva, potrebbe generare focolai epidemici in presenza di un caso sospetto, probabile o confermato. Il progetto contava due aree di intervento: consulenza logistico-sanitaria per la gestione ottimale di spazi e risorse e sessioni di formazione rivolte agli operatori del mondo scolastico – dirigenti, insegnanti, docenti, personale ATA, genitori…

Nel documentoCOVID -19: RITORNO A SCUOLA. L’approccio e il contributo pratico di EMERGENCY per la riapertura della scuola” abbiamo raccolte le esperienze pratiche delle scuole coinvolte nel progetto, per descrivere con esempi pratici, e condividere, l’approccio utilizzato per aiutare il personale scolastico e i genitori nell’affrontare il rientro a scuola.

C’è ancora tanto da fare, ma siamo convinti che il confronto costante fra esperti, autorità locali e soggetti attivi sul campo sia la giusta chiave per ripartire. E ci auguriamo che questo percorso comune abbia fatto sentire più sicuri e consapevoli coloro che negli ultimi mesi hanno avuto paura e si sono sentiti soli di fronte al ritorno in classe.

FOTOGALLERY

Sostieni il nostro lavoro

Sappiamo che – nei momenti di crisi soprattutto – è importante non lasciare indietro nessuno. Vogliamo fare tutto il possibile per dare una mano a superare questo momento e, per farlo, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto.

Share This