Media > Comunicati stampa >

Terremoto Centro Italia: il Polibus di EMERGENCY per garantire supporto socio-sanitario

22 febbraio 2017

Due ambulatori, una sala per le attività di accoglienza e una sala d’attesa, sono gli spazi allestiti nel Polibus, l’ambulatorio mobile di EMERGENCY che, a partire da giovedì 16 febbraio, ha iniziato le attività per fornire assistenza socio-sanitaria alla popolazione colpita dal terremoto in Centro Italia in collaborazione con la Protezione Civile del Comune di Milano.

Dal 24 agosto scorso il Centro Italia è stato colpito da ripetute scosse di terremoto e, negli ultimi mesi, le condizioni climatiche hanno ulteriormente danneggiato un’area già messa in grave difficoltà dal sisma, rendendo la quotidianità della popolazione molto difficile, non solo nelle località montane.

EMERGENCY fornirà assistenza infermieristica in due territori gravemente colpiti dal disastro naturale: Amatrice e Montorio al Vomano, in provincia di Teramo, dove sarà attivo anche uno sportello di assistenza psicologica. La Protezione Civile fornirà tecnici e supporto logistico (ovvero due mezzi e dalle due alle quattro persone a seconda delle necessità) per svolgere le attività come scritto nel Protocollo d’intesa sottoscritto da Emergency e dal Comune di Milano lo scorso dicembre.

Il Polibus sarà collocato nel piazzale del Distretto Sanitario di Base di Montorio al Vomano e le unità mobili di EMERGENCY saranno operative in diversi comuni del Distretto. Uno psicologo, un infermiere e un logista forniranno assistenza socio-sanitaria gratuita in un territorio in cui, a causa dell’emergenza climatica e sismica, i bisogni sono molteplici e i servizi di assistenza sanitaria sono in difficoltà.

“L’obiettivo è quello di rendere il Polibus e le unità mobili dei punti di riferimento per la popolazione locale, come accade nelle altre città italiane in cui EMERGENCY è presente con gli ambulatori mobili per fornire cure a chi ne ha bisogno. L’attività dello psicologo fungerà da primo filtro per la gestione delle problematiche derivate dall’evento catastrofico” spiega Andrea Bellardinelli, Coordinatore Programma Italia.

“Siamo contenti di collaborare con EMERGENCY, che lavorerà in sinergia e a supporto dei servizi di assistenza sanitaria già erogati dall’ AUSL. Ci auguriamo che questa collaborazione possa ridonare nuove speranze alle popolazioni di questi luoghi affinché tornino a vivere una normale quotidianità” auspica il Dott. Sergio Consorte, Direttore del Distretto Sanitario di Montorio al Vomano.

“Questo progetto è il primo risultato operativo del protocollo firmato dal sindaco Sala per il Comune di Milano e da Gino Strada per EMERGENCY il cui scopo era quello di realizzare un Posto di Assistenza Socio Sanitaria gratuita da impiegare in contesti di emergenza. Il sostegno dell’amministrazione milanese per le popolazioni colpite dal terremoto continua e questo ambulatorio è una riposta importante e concreta” conclude l’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano Carmela Rozza.

Dal 2006 EMERGENCY lavora in Italia per offrire cure gratuite a chi ne ha bisogno. In dieci anni EMERGENCY ha offerto oltre 260.000 prestazioni sanitarie.

Share This