Media > Comunicati stampa >

EMERGENCY: ecco cosa facciamo in Italia

22 gennaio 2019

EMERGENCY non partecipa e non ha mai partecipato a nessuna “mangiatoia”, come ha insinuato il ministro dell’Interno.

I progetti che attualmente EMERGENCY ha in Italia – 11 tra ambulatori mobili e fissi da nord a sud – sono completamente finanziati dai cittadini che vogliono garantire il diritto alla salute agli ultimi, stranieri o italiani che siano, e hanno dato il mandato a EMERGENCY di farlo.

Dal 2006, data di inizio dei nostri progetti in Italia, a oggi abbiamo speso oltre 20 milioni di euro nel nostro Paese per un totale di 365 mila prestazioni offerte gratuitamente, sempre in accordo con le istituzioni presenti sul territorio di riferimento.

Anche per il 2019, continueremo a lavorare nei nostri progetti di assistenza sanitaria di base e specialistica, orientamento socio-sanitario, assistenza psicologica, dalla periferia di Marghera alle zone colpite dal terremoto in Italia centrale. Spenderemo 3 milioni e 50 mila euro. E non prenderemo un euro dal Governo italiano per farlo.

I nostri bilanci sono da sempre consultabili online: sempre meglio sapere di che cosa si parla prima di parlare.

Share This