Media > Comunicati stampa >

Attacco all’ospedale militare di Kabul. 18 feriti arrivati all’ospedale di EMERGENCY

8 marzo 2017

Questa mattina, alle 9 ore locali, una forte esplosione ha preannunciato un attacco armato nel principale ospedale militare di Kabul ‘Sardar Daud Khan’, nel quartiere centrale di Wazir Akbar Khan. Secondo l’ultimo bilancio del Ministero della Salute il duplice attacco avrebbe causato 38 morti e oltre 70 feriti.

Sono 18 i feriti arrivati, circa un’ora dopo, nel nostro ospedale di Kabul, che offre assistenza chirurgica gratuita alle vittime di guerra.

“Abbiamo ricevuto 18 pazienti. La maggior parte di loro presenta lesioni da esplosione e ferite da arma da fuoco, 4 sono in gravi condizioni. L’ esplosione, infatti, è stata seguita da una sparatoria all’interno dei reparti, al secondo e al terzo piano dell’ospedale. Tra i feriti c’è anche una bambina di 7 anni, ferita al fianco a causa dell’esplosione, al momento sotto osservazione” racconta Sara Cattaneo, infermiera di EMERGENCY a Kabul.

“Le condizioni di sicurezza di Kabul sono sempre più instabili” aggiunge Sara. “EMERGENCY è presente nel paese dal 1999 e, da luglio 2010, per far fronte alle sempre peggiori conseguenze della guerra, i criteri di ammissione nel nostro ospedale sono limitati alla sola chirurgia di guerra. Ogni giorno riceviamo feriti da Kabul e dalle province vicine. Sono frequenti attacchi come quello di oggi, che avvengono anche negli ospedali, calpestando tutti i diritti fondamentali”.

Share This