1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Il Centro pediatrico di Mayo è co-finanziato dall'Unione europea (EuropeAid).

 
Bandiera dell'Unione Europea
 

Unione Europea e Emergency: concluso il progetto triennale "Community participation to strengthen basic maternal and paediatric health services in Mayo camp"

 
Un bambino abitante del campo di Mayo riceve cure mediche nel Centro pediatrico di EMERGENCY
Un bambino abitante del campo di Mayo riceve cure mediche nel Centro pediatrico di EMERGENCY
 

Emergency Life Support for Civilian War Victims, ONG Onlus, organizzazione italiana umanitaria non governativa nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime civili della guerra e della povertà e attiva in Sudan dal 2004, annuncia la conclusione del progetto triennale denominato "Community participation to strengthen basic maternal and paediatric health services in Mayo camp" ("La partecipazione della comunità per rafforzare la salute materno-infantile nel campo profughi di Mayo") co-finanziato dalla Delegazione Europea a Khartoum.
Il progetto è stato realizzato in partenariato con il ministero della Sanità dello stato di Khartoum - dipartimento delle associazioni di volontariato (Department of Voluntary Associations - DOVA) e con la collaborazione del ministero della Sanità dello stato di Khartoum.

 

Come suggerito dal titolo, l'obiettivo principale del progetto è quello di ampliare i servizi sanitari esistenti disponibili nel Centro pediatrico di Emergency nel campo profughi di Mayo, migliorando i servizi di cura materno-infantili e ampliandoli sia in termini di mobilitazione della comunità, sia di conoscenza delle pratiche sanitarie all'interno della comunità stessa.

 

Rafforzare la presa di coscienza e la consapevolezza della popolazione del campo circa le norme basiche di assistenza sanitaria è fondamentale per lo sviluppo di una strategia medica preventiva. Al fine di perseguire tali obiettivi, Emergency ha formato 47 volontari all'interno del campo, impiegati nell'area di Mayo come "sentinelle" per la promozione della sanità e della medicina preventiva, in grado di riconoscere eventuali segnali di pericolo che necessitino di attenzione. Inoltre, durante la realizzazione del progetto, Emergency ha organizzato molti incontri con i comitati popolari e con i vari partner, durante i quali si è discusso dei problemi sanitari della comunità, identificando insieme possibili soluzioni. E ancora, al fine di massimizzare l'impatto sulla realtà di Mayo e di conoscere i reali bisogni sanitari della popolazione, gli educatori sanitari di Emergency sono andati in giro per il campo per individuare i bambini ammalati e dare indicazioni igienico-sanitarie alle famiglie dei pazienti, verificando al tempo stesso la corretta osservazione delle terapie prescritte.

 

Altro importante obiettivo del progetto è stato il rafforzamento delle capacità dello staff medico locale, che ha lavorato a stretto contatto con lo staff internazionale di Emergency. Il lavoro quotidiano accanto allo staff internazionale ha permesso ai medici locali di migliorare competenze e conoscenze.

 

Nel corso dei tre anni di durata del progetto, Emergency si è concentrata sulla creazione di uno scambio reciproco tra lo staff di Emergency e i beneficiari del progetto e sul consolidamento di una rete e di sinergie positive tra le autorità locali, la società civile locale, come ad esempio altre organizzazioni attive nel territorio di Mayo, e i leader della comunità.

 

Emergency ci tiene a ringraziare la Delegazione dell'Unione Europea per il supporto finanziario offerto perché, in questi tre anni, sono stati stabiliti legami importanti tra le diverse parti interessate che agiscono nell'area di Mayo. Le attività del progetto hanno raggiunto 61.810 bambini e 7.238 gestanti che hanno ricevuto servizi di assistenza prenatale.

 

RISULTATI

 

50.065 pazienti pediatrici ambulatoriali curati;
19.157 vaccinazioni in clinica;
5.446 gestanti assistite in clinica durante il periodo di gravidanza;
11.745 bambini sottoposti a screening per la malnutrizione;
1.433 vaccinazioni in outreach a bambini;
1.792 gestanti hanno ricevuto cure prenatali in outreach;
18 membri dello staff medico nazionale (compresi 6 educatori sanitari) sono stati formati;
47 membri della comunità sono stati formati come volontari "sentinelle".

 

(Khartoum, 16 gennaio 2015)