1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Il Sudan finanzierà la costruzione di un ospedale d'eccellenza in Ciad, con la collaborazione di Emergency

 

Il Sudan finanzierà la costruzione di un ospedale d'eccellenza in Ciad, Emergency si occuperà della sua costruzione, dell'equipaggiamento e della sua gestione.
L'ha annunciato il Consigliere del presidente del Sudan Osman Ahmed Bilal durante la giornata conclusiva del seminario internazionale "Costruire medicina in Africa. Strategia di realizzazione della Rete sanitaria d'eccellenza" organizzato da Emergency in collaborazione con il Comune di  Venezia il 13 e il 14 ottobre.
Sudan e Ciad, paesi che sono stati in conflitto tra loro, hanno trovato una ragione di collaborazione in un progetto sanitario che vuole garantire accesso a cure gratuite e di alta qualità anche agli abitanti dell'Africa.

 

Insieme con Emergency, per il terzo anno consecutivo, i ministri della Sanità e le delegazioni ministeriali di 10 paesi africani (Repubblica Centrafricana, Ciad, Gibuti, Egitto, Eritrea, Etiopia, Sierra Leone, Somalia, Sudan e Uganda) hanno lavorato per realizzare una rete regionale di centri medici di eccellenza ispirata al Centro Salam di cardiochirurgia che Emergency ha costruito in Sudan.

 

Il Centro Salam è il modello di struttura sanitaria che i paesi africani chiedono di diffondere in Africa per dare concretezza al diritto alla cura anche nei loro paesi.

 

I cardini di questo modello sono l'eccellenza della cura e la gratuità.
L'eccellenza garantisce alti standard clinici dei singoli interventi, di formare personale sanitario qualificato, di sviluppare la ricerca e di avere ricadute positive sullo sviluppo dei sistemi sanitari locali. 
La gratuità è il prerequisito essenziale affinché tutti possano accedere tempestivamente alle cure di cui hanno bisogno. Anche la comunità internazionale dei donatori va in direzione della gratuità, dopo essere stata per anni paladina del cost recovery, il sistema di partecipazione alla spesa da parte dei pazienti.

 

Durante l'incontro sono stati presentati gli straordinari risultati clinici di 3 anni di attività del Centro Salam: 2.600 pazienti operati provenienti da 20 paesi africani, con una mortalità ospedaliera del 3%, in linea con i migliori centri di cardiochirurgia dei paesi occidentali.
Il follow up a un anno è stato effettuato sull'86.6% dei pazienti operati: il 98.8% di questi era vivo e in buone condizioni di salute. Il follow up a due anni è stato effettuato sul 75% dei pazienti operati: il 98.3% era vivo e in buone condizioni.

 

Venezia, 14 ottobre 2010