1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 
Dona ora
 
Emergency
Placeholder
 
 

Contenuto della pagina

Il nuovo progetto di Emergency in Italia

 

Facilitare l'accesso ai servizi sanitari del territorio, aumentare la conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e dei comportamenti da tenere per evitare situazioni a rischio: sono questi gli obiettivi del nostro nuovo progetto rivolto alle prostitute che lavorano nel casertano.
Dalla scorsa settimana un team di Emergency composto da un medico, un infermiere e una mediatrice culturale svolge attività di informazione e prevenzione a bordo di un'unità mobile in un'area estremamente degradata.

Nella prima settimana di attività abbiamo contattato 65 donne di diversa nazionalità, tra cui una donna al quinto mese di gravidanza che non ha mai effettuato un controllo. Solo poche di loro hanno un medico di base o si sono rivolte in passato a un ambulatorio; la maggior parte non ha mai avuto accesso al Servizio sanitario nazionale, non sa che cosa sia un consultorio né conosce i propri diritti in tema di salute.

L'unità mobile è stata realizzata grazie alla donazione di SPI CGIL. 

Emergency ha iniziato a lavorare in Italia nel 2006, aprendo a Palermo, in Sicilia, un Poliambulatorio per garantire assistenza sanitaria gratuita ai migranti, e a tutti coloro che ne hanno bisogno.
Nel dicembre 2010, Emergency ha aperto un secondo Poliambulatorio a Marghera (VE). A partire dal 2011, quattro pullman trasformati in ambulatori mobili hanno portato assistenza sanitaria ai migranti impegnati nell'agricoltura nelle campagne del sud Italia. Nel 2012 Emergency ha aperto a Sassari uno sportello che offre servizi di orientamento socio-sanitario; nel 2013 ha aperto un terzo Poliambulatorio a Polistena (RC), in un edificio confiscato alla 'ndrangheta, e altri tre sportelli di orientamento in Sicilia.

 

(17 aprile 2014)